Cosa Facciamo

Nel 2018 AIOP rileva il superamento dei 30.000 contenziosi annuali tra medico e paziente.

Da allora, il numero di procedimenti registra un aumento esponenziale incontrollato, le cui stime raggiungono livelli epocali dopo quanto accaduto in epoca covid, con i numerosi decessi avvenuti all’interno di ospedali e case di riposo.

Ormai non si tratta più soltanto di contestare episodi di malasanità. Gli studi di medicina legale iniziano ad istruire le pratiche partendo, anzitutto, dall’analisi dei documenti, dalla verifica della loro completezza e integrità, andando a caccia non solo di manomissioni gravi ed evidenti, ma anche di “non conformità” apparentemente minime.

Minime, ma più che sufficienti a indebolire la solidità della documentazione sanitaria, al punto da indurre spesso le direzioni generali a concedere mediazioni per migliaia di euro. E questo prima ancora di entrare nel merito di eventuali incidenti ed errori sanitari veri e propri!

Nel passaggio dalla carta al digitale, le regole che dettano la conformità dei documenti cambiano completamente, e anche molto di frequente, esponendo la figura dell’IT Manager, la Direzione Sanitaria e i legali rappresentanti delle strutture a enormi rischi, anche di natura penale.

Mediamente, in un progetto di digitalizzazione, il “fattore Compliance” è soggetto a periodi di analisi lunghissimi che vanno dai 3 ai 9 mesi, con il coinvolgimento di pool molto numerosi di consulenti tecnici e studi legali. I quali, però, terminato il progetto non hanno responsabilità sulla tenuta legale dei processi documentali. Responsabilità che rimane tutta in capo alla Direzione Generale e ai Sistemi Informativi.

Negli ultimi 10 anni, questi elementi critici sono stati tra i principali motivi percui la digitalizzazione documentale in sanità ha trovato forti attriti, ostacoli e rallentamenti.

Tutta questa incertezza, resistenza e lentezza non è più sostenibile. L’arrivo del Coivd-19 obbliga le strutture sanitarie ad una resilienza interamente fondata sul digitale, che non può più aspettare né può essere gestita in tutta calma.

Per questo motivo abbiamo creato Clinica Digitale, un’azienda specializzata in servizi e tecnologie per la protezione normativa di Cliniche e Ospedali sempre più a “governo digitale”.

Dieci anni di attività sul campo, e più di 20 strutture sanitarie, sono la base di un’esperienza che permette – oggi – al nostro team di prendere totalmente in carico la Responsabilità Normativa dei processi documentali, assumendosene contrattualmente i rischi, a prescindere dai software, dai partners tecnologici e dai fornitori di gestionali che operano all’interno del Sistema Informativo.

Servizi e consulenze per garantire (anche contrattualmente) la protezione normativa dei processi documentali di qualsiasi centro di cura

L’ esperienza di Clinica Digitale si traduce nella somma tra tecniche di assessment e gestione automatizzata dei processi Trust.

Dove per processi Trust si intendono tutti quegli elementi di un Sistema Informativo che vengono predisposti per dare valenza legale a Cartelle Cliniche, Referti, sessioni di Telemedicina e qualunque altra forma di processo che serve a documentare un’interazione tra la struttura curante e i pazienti.

Indipendentemente dai software utilizzati, a prescindere dai fornitori che collaborano alla tenuta del Sistema Informativo ospedaliero, Clinica Digitale è in grado di automatizzare i processi Trust e istruire i processi documentali affinché automaticamente, tramite algoritmi, sia proprio il processo ad occuparsi di tutti gli aspetti che concorrono alla solidità legale dei documenti elaborati dai medici, senza che essi debbano preoccuparsene.

E senza che nemmeno i direttori dei Sistemi Informativi, o i Direttori Sanitari, si trovino costretti a farlo.

Assessment + Tecnologie = cancellazione della Compliance Risk ed eliminazione di qualsiasi processo manuale e ripetitivo

 Clinica Digitale ha certificato e brevettato un metodo di assessment che scansiona l’intero Sistema Informativo ospedaliero, andando a rilevare velocemente tutte le non conformità presenti all’interno di qualsiasi processo che prevede la produzione di dati sanitari o amministrativi, che conferiscono all’interno di documenti il cui valore probatorio deve essere inoppugnabile in qualsiasi sede.

In questo modo, viene garantita a monte l’eliminazione di qualsiasi non conformità, falla normativa o debolezza che un domani può diventare pretesto per un’aggressione legale da parte di pazienti insoddisfatti, o da studi legali ormai addestrati nel passare a setaccio i documenti esibiti da cliniche e ospedali, alla caccia di lacune e crepe normative sulle quali basare un’immediata richiesta di mediazione e pretese economiche.

Prima ancora, addirittura, di discutere eventuali danni prodotti da incidenti e casi di autentica malasanità.

La certificazione del processo ci permette di implementare i nostri algoritmi brevettati all’interno del Sistema Informativo, consentendo a medici e infermieri di lavorare dedicando tutta la loro attenzione esclusivamente al paziente e alla compilazione dei dati sanitari per documentare l’evoluzione del caso clinico.

L’ apposizione delle firme digitali, in tutte le varianti dettate dalle normative – firme deboli, firme forti, firme grafometriche, ecc. – viene gestita interamente da Clinica Digitale, che agisce come una sorta di pilota automatico.

Così facendo viene eliminata ogni traccia riferibile ad attività manuali e ripetitive a carico del personale sanitario, che non deve più preoccuparsi di apporre eventuali firme digitali all’interno dei documenti informatici, nelle diverse forme previste dalla legge.

Non solo: grazie all’uso delle Identità Digitali, secondo il concept di Clinica Digitale, medici e infermieri accedono a tutti i sistemi informatici che compongono il Sistema Informativo senza doversi più preoccupare di memorizzare le differenti username e password per accedere ai diversi software, né devono assecondare le policy di sicurezza informatiche per la sostituzione periodica delle password stesse.

Tutto viene regolato in automatico – e a norma di legge – dagli algoritmi e dalle soluzioni tecnologiche marchiate Clinica Digitale.

Benefit per gli IT Manager: distribuzione veloce e Self Service delle Identità Digitali

Gli algoritmi e le tecnologie che formano il know how di Clinica Digitale, permettono ai direttori dei Sistemi Informativi di distribuire e revocare certificati di Identità Digitali a medici e infermieri con estrema velocità, attraverso un portale di accreditamento che consente di gestire l’onboarding e l’offboarding di medici e infermieri in modo sicuro, veloce e totalmente Self Service.

Ogni medico e infermiere può ottenere, in circa 6 minuti, il proprio certificato di Identità Digitale che permetterà loro di interagire con il Sistema Informativo sfruttando gli algoritmi di Clinica Digitale, grazie ai quali il personale sanitario non deve più preoccuparsi di apporre firme digitali ed eseguire operazioni manuali di firma durante la produzione e l’elaborazione dei documenti informatici.

Le Identità Digitali possono essere sospese o congelate a seconda di eventi parametrizzabili, come ad esempio la scadenza di un’eventuale polizza assicurativa, in modo da indurre il medico a rinnovare la propria polizza, senza che l’amministrazione e i sistemi informativi debbano produrre degli effort nel monitoraggio di questi parametri.

Inoltre, i Sistemi Informativi aziendali possono disabilitare con un click l’Identità Digitale di ciascun membro dello staff sanitario, ad esempio alla cessazione di un rapporto di lavoro, come prescritto – per altro – dalle normative GDPR sulla gestione degli account informatici alla chiusura di un rapporto lavorativo.

Benefit per i Direttori Sanitari e per i Legali Rappresentanti: totale azzeramento delle responsabilità civili e penali connesse alla produzione di documenti sanitari conformi alle normative

Introdurre il Digitale nei processi clinici è ormai indubbiamente un fattore fondamentale per garantire la competitività di cliniche e ospedali.

Tuttavia questo comporta anche grandissimi rischi di natura civile e penale ai danni dei legali rappresentanti di un’organizzazione, con particolare riferimento ai Direttori Sanitari, ai Direttori Generali e agli eventuali Amministratori Delegati.

Certificare i processi con Clinica Digitale significa azzerare ogni responsabilità legale a carico di queste figure chiave per l’azienda, per i quali un coinvolgimento legale dettato dalla mancanta Compliance informatica-documentale rappresenta un danno incalcolabile.

A differenza di quanto avviene con i consulenti, con gli studi legali o con le software house che si limitano a studiare i fattori di Compliance della Clinica, ma senza assumersene alcuna responsabilità, Clinica Digitale garantisce contrattualmente la protezione normativa della struttura.

Questo perché la certificazione del processo, le metodologie di assessment e i sistemi di digitalizzazione dei Servizi Trust, sono talmente sicuri da permettere allo staff di Clinica Digitale la massima tranquillità nel prendere, sulle sue spalle, ogni possibile ed eventuale rischio normativo.

Ultimo step: la conservazione dei documenti (anche tramite l’uso di tecnologie blockchain brevettate)

Clinica Digitale rende il sistema di produzione documentale talmente sicuro da permetterci di conservare legalmente ogni output generato in forma di Dossier Sanitari, Cartelle Cliniche, Referti, Registri operatori, ecc. all’interno dei propri archivi digitali.

Clinica Digitale, come BU di Savino Solution, dispone di accreditamento AGID proprio grazie ai massimi standard adottati nei suoi datacenter dislocati nel territorio italiano, tutti naturalmente certificati ISO 9001 e ISO 27001 come richiesto proprio da AGID e dalle sue rigide regole, il cui rispetto viene verificato a sorpresa dall’Agenzia ministeriale per l’Italia Digitale almeno una volta l’anno.

Tutto questo – e molto di più – è Clinica Digitale, l’eccellenza italiana per la Digital Compliance riferita a Cliniche, ospedali, poliambulatori e centri per la cura della persona in genere.

SCOPRI SERVIZI E SOLUZIONI DI CLINICA DIGITALE:

Passaporto Digitale, il sistema di assessment governato da algoritmi per la scansione di falle normative all’interno del sistema informativo documentale

Portale di Accreditamento e digitalizzazione dei processi trust: genera, distribuisci e mantieni le Identità Digitali di medici e infermieri azzerando qualunque procedura burocratica, regolando i processi di firma digitale automatica e accreditamento centralizzato al sistema informativo con estrema semplicità ed efficienza

Imprivata: il sistema numero uno al mondo che viene dall’America per semplificare l’accesso dei medici e delle infermiere ai sistemi informativi aziendali, distribuito da Clinica Digitale in esclusiva per il settore sanitario italiano

Conservazione digitale con e senza blockchain: si può utilizzare la blockchain per gestire documenti sanitari? Certo, anche in Italia questo è possibile, solo a patto di rispettare alcuni riferimenti normativi ben precisi dettati da AGID, la massima autorità regolamentare italiana. Ed è un’esclusiva di Clinica Digitale, in quanto detentrice di un brevetto apposito non replicabile.

Esegui l'assessment di Clinica Digitale®

Scopri il "Digital Compliance Quadrant", l'autodiagnosi elaborata dal nostro team che definisce l'attuale grado di Compliance della tua struttura, con un rating ispirato dal quadrante di Gartner

CLICCA QUI PER INIZIARE L' ASSESSMENT

Ultimo articolo

Cliniche da Incubo

Il primo manuale sulla Digitalizzazione “a norma” di cliniche e Poliambulatori